Dr. Duse

Conosciuto dai più per essere il chitarrista dei Pitura Freska, Francesco Duse ha attraversato in modo sempre più attivo oltre vent'anni della scena musicale veneziana.

Già nei Jailbreak, il primo gruppo di cover tra Hendrix e Marley fondato con il fratello chitarrista, troviamo infatti nomi come Marco Ponchiroli, Cicci, Graziano (che transiteranno poi tutti nei Pitura Freska), Davide Ragazzoni molto noto nel mondo del jazz e Masi hard rocker ora affermato negli States.

Con Cicci Duse passerà poi nei
Puff Bong di Cristiano Verardo e Uge, il primo gruppo reggae italiano, da dove poi tutti confluiranno nei Pitura Freska.

Nel 1987 infatti Francesco Duse sostituisce il fratello nei Pitura Freska affiancandosi alla chitarra di Skardy. Quando quest'ultimo si romperà un braccio verrà chimato a sostituirlo Cristiano Verardo, e il cerchio si chiude.
Nei Pitura Freska Duse porta in dote il suo bagaglio di blues-rock, le influenze africane e la passione per il dub condensate in quello stile personale che ha influenzato molte canzoni del gruppo, e che si ritrova adesso nella produzione solista.

Peter "Massh" Morgan e Francesco "Dr. Duse"
Peter "Mash" Morgan

In Na bruta banda pezzi come "DOC" testimoniano il suo apporto funky-rock, mentre in Duri i banchi in particolar modo sono le influenze africane ad emergere con pezzi come "Venexia in afito" o "Tasse".
Con il terzo album,
Yeah, c'è un marcato ritorno al reggae ma anche un maggior apporto compositivo di Duse che firma oltre al singolo "Olanda" anche la produzione artistica del disco, lavorando con Peter "Mash" Morgan ingegnere del suono degli Aswad.
Proprio con "Mash" Duse sviluppa quindi il progetto di rimixare l'album precedente in chiave dub trovando finalmente lo spazio per una maggior sperimentazione .
Il risultato sarà
Yeah in dub, quarto album del gruppo veneziano.
Si arriva poi a
Gran Calma, l'album che con il singolo "Papa nero" e la partecipazione al festival di Sanremo segna la definitiva consacrazione del gruppo. Duse, nuovamente produttore artistico, ci regala con "Miga Bae" anche un cameo di Willy 'n For, bassista dei precedenti tre album dei Pitura Freska oltre che leader dei Ghetto Blaster e bassista live di Mori Kante, poco prima della sua prematura scomparsa.

Parallelamente all'attività dei Pitura Freska parte, alla fine degli anni novanta, il progetto Piatti Roventi.
La sperimentazione di uno spettacolo con deejay che consenta, pur mantenendo l'impronta originale, di spaziare fra generi meno familiari al gruppo famoso per il reggae.
In questa produzione la passione di Duse per il dub lo spinge ad esibirsi in scena , anziche con la chitarra , con un mixer , dove libera tutta la sua creatività con le potenzialità degli effetti (delay, phaser …). Da questo progetto nascerà anche l'album omonimo
Piatti Roventi il Sound System dei Pitura Freska.

A questo punto è quasi obbligato il passo verso un disco, solista, di dub di concezione più moderna, liberato dalle limitazioni del dover "creare" il dub partendo da materiale già registrato, come nel caso di Yeah in dub, ma lavorando con pezzi composti e suonati già pensando al dub.

Così  ,con l'aiuto del suo compagno d'annata Cicci  , viene partorito nel
DubLab, il piccolo studio di  "sperimentazione" musicale di Dr.Duse , Skunk Zone, primo disco solista di Dr. Duse.

Willy N'For
Francesco "Dr.Duse"

SKUNK ZONE

Un disco in buona parte elettronico , ma  con  le chitarre  di Dr.Duse , la sua armonica , le sue percussioni e I suoi particolari interventi vocali !
Si circonda anche di strumenti ospiti  come la tromba di Valerio Silvestri (Pitura Freska), basso (quel Cicci da sempre al fianco di Duse) e voci (come quella del cantante rap Max Ambassador e di Alessia Obino) .

Un disco dub,  ma dove le influenze di vent'anni di musica suonata e ascoltata danno ad ogni brano un "sapore" diverso, al punto che voler definire dub proprio tutti i brani, può diventare difficile.

Per ascoltare Skunk Zone: alma music - Per acquistare Compra su iTunes

Back Torna indietro